Il cappellaio matto

Lisa e Nic - Quaderno Cappelli low

Illustrazione realizzata con Nicola Alessandrini per ExerciseBOOKS/Esercizi di artigianato, la mostra che si terrà a Fabriano dal 10 al 15 giugno 2019 per la XIII UNESCO CREATIVE CITIES CONFERENCE 2019.
www.fabrianocreativa.it

Potendo disporre di centinaia di quaderni illustrati originali attribuiti ad importanti ‘quadernisti’ dal 1870 al 1970 prestati dalla collezione del Museo del quaderno di scuola www.museodelquaderno.it , l’idea è di sviluppare un percorso di stile e di contenuti con dei Quaderni di nuova produzione dedicati all’artigianato: 12 illustratori per 12 mestieri.

A cura di Stefania Giuliani – Legatoria Librare.

Io e Nic abbiamo illustrato il macrotema “tessuto e altri materiali: moda, accessori di moda, sartoria con particolare attenzione ai cappelli”.

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

La Mezza Sepolta

Bestia #44, La Mezza Sepolta

L’ultimo sms che mi ha mandato la Mezza Sepolta:
Nn saprei dire xchè ci tengo così tanto alla mia virtù, ma il mio corpo è nato così e non lo voglio cambiare. Nn voglio più vederti. Farò un buco, mi ci seppellirò e mezza sepolta starò x sempre, dalla nuda terra separata dalle tentazioni. Nessuno avrà i miei pertugi, eccetto la genia dei lombrichi. Ho finito gli spaz-

Illustrazione per quel matto progetto di Marco Taddei #88bestie

#lamezzasepolta #lisagelli #sms #lombrichi #raccontobreve
#44 #biancoenero #bestiario #bestiariodistorie #diariodibestie #creature #catalogo #illustrazione #illustrations #editorecercasi #instagramfadavveroschifo #art #illustration #gallery #pencil #instaart #instaartist #artwork #artoftheday

Contrassegnato da tag , ,

Poster Olè

Poster realizzato a quattro mani con Nicola Alessandrini per Olè – Oltre l’editoria

 

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Wild horses – Omaggio ai Rolling Stones

 

Wild horses – Omaggio ai Rolling Stones
Wild Horses è una canzone dei Rolling Stones; scritta da Mick Jagger e Keith Richards, è la terza traccia del loro nono album Sticky Fingers, pubblicato nel 1971. Ci sono versioni discordanti sull’origine del testo, leggenda vuole che Mick Jagger lo scrisse basandosi sulla fine della sua relazione con Marianne Faithfull che pronunciò la frase «Wild horses couldn’t drag me away», contenuta nella canzone, quando si risvegliò dal coma farmacologico provocatole da un’overdose nel 1969.

 

HABITAT • in town è una mostra delle nostre illustrazioni. Dopo l’edizione 2018 a tema Let’s dance!, abbiamo realizzato, nell’ambito del festival Ludicomix e in collaborazione con il Comune di Empoli, un intervento urbano che vede protagoniste le fioriere del centro cittadino. Il tema scelto per l’edizione 2019 è HABITAT, nelle sue più ampie accezioni: un insieme di condizioni geografiche, ambientali e climatiche in cui animali e vegetali vivono, un insediamento urbano, un mondo di fantasia oppure uno spazio interiore, il nostro “posto ideale” dove siamo veramente noi stessi. Per la mostra HABITAT • in town abbiamo illustrato 4 HABITAT (Underwater, Wild, Fantastic, Urban), rappresentando ognuno con una palette di colori specifica.

vanvere.it

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Holly – Omaggio a Lou Reed

Holly – Omaggio a Lou Reed
Walk on the Wild Side è un brano musicale scritto dall’artista statunitense Lou Reed. Ogni strofa è dedicata ad un personaggio con espliciti riferimenti al mondo della droga, della transessualità e della prostituzione, senza un accento drammatico o moralistico ma solo con un invito a condividere la trasgressione e “fare un giro nel lato selvaggio”.

HABITAT • in town è una mostra delle nostre illustrazioni. Dopo l’edizione 2018 a tema Let’s dance!, abbiamo realizzato, nell’ambito del festival Ludicomix e in collaborazione con il Comune di Empoli, un intervento urbano che vede protagoniste le fioriere del centro cittadino. Il tema scelto per l’edizione 2019 è HABITAT, nelle sue più ampie accezioni: un insieme di condizioni geografiche, ambientali e climatiche in cui animali e vegetali vivono, un insediamento urbano, un mondo di fantasia oppure uno spazio interiore, il nostro “posto ideale” dove siamo veramente noi stessi. Per la mostra HABITAT • in town abbiamo illustrato 4 HABITAT (Underwater, Wild, Fantastic, Urban), rappresentando ognuno con una palette di colori specifica.

vanvere.it

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Tipologie – Omaggio ai coniugi Becher

Tipologie – Omaggio ai coniugi Becher • Bernd e Hilla Becher sono stati una coppia di artisti tedeschi legati alla tecnica fotografica. Per più di 40 anni hanno registrato il patrimonio del passato industriale. Le loro foto dell’architettura funzionalista, sistematiche e spesso organizzate in griglie “tipologiche”, hanno influenzando sia la fotografia documentaria sia l’arte concettuale contemporanea.

HABITAT • in town è una mostra delle nostre illustrazioni. Dopo l’edizione 2018 a tema Let’s dance!, abbiamo realizzato, nell’ambito del festival Ludicomix e in collaborazione con il Comune di Empoli, un intervento urbano che vede protagoniste le fioriere del centro cittadino. Il tema scelto per l’edizione 2019 è HABITAT, nelle sue più ampie accezioni: un insieme di condizioni geografiche, ambientali e climatiche in cui animali e vegetali vivono, un insediamento urbano, un mondo di fantasia oppure uno spazio interiore, il nostro “posto ideale” dove siamo veramente noi stessi. Per la mostra HABITAT • in town abbiamo illustrato 4 HABITAT (Underwater, Wild, Fantastic, Urban), rappresentando ognuno con una palette di colori specifica.

vanvere.it

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,