Pink Trilogy – Solo show

Locandina pink trilogy 02Pink Trilogy – Solo show
Mostra di disegni e libri di Lisa Gelli

Inaugurazione Venerdì 18 maggio – ore 18:30 con dediche e disegni live
nell’incredibile location della Legatoria Librare – Ancona
in collaborazione con Anconacrea

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,

Saluti e baci da…

SALUTIEBACIFRONTEsalutiebacifretro

Collettiva di illustrazione a Spazio Meme – Carpi
Inaugurazione sabato 5 maggio – ore 18.30

SALUTI E BACI DA…
DICIASSETTE ARTISTE IN MOSTRA ALLO SPAZIO MEME

Il 5 maggio a Carpi l’inaugurazione della collettiva delle illustratrici italiane che hanno reinterpretato, ognuna con il proprio stile, il tema della cartolina

 Saluti e baci da…, la formula di saluto più classico che si possa immaginare, campeggia su migliaia delle cartoline che, da una città d’arte, dalla montagna o dal mare, hanno contraddistinto per decenni la villeggiatura degli italiani. Ora la cartolina diventa il filo rosso di una mostra unica che, ideata dalla curatrice Francesca Pergreffi, sarà inaugurata allo Spazio Meme di Carpi sabato 5 maggio alle ore 18.30.

Saranno diciassette le artiste italiane in mostra: diciassette stili e visioni differenti che, realizzando circa 80 opere, si sono confrontate con il tema della collettiva, che resterà visitabile gratuitamente presso lo spazio culturale al civico 4 di via Giordano Bruno sino a sabato 30 giugno.

La mostra si propone come una sorta grand tour pop contemporaneo tra l’illustrazione e la geografia italiana. A tenere insieme le varie tappe del percorso, tre elementi costanti: disegno, pennarello, luoghi.

A esporre saranno: Eliana Albertini, Beatrice Cerocchi, Alessandra De Cristofaro, Francesca Dimanuele, Lisa Gelli, Carla Indipendente, Missgoffetown, Misstendo, Roberta Joe Muci, Elena Pagliani, Alice Piaggio, Silvia Rocchi, Monica Rossi, Giulia Sagramola, Giulia Tassi, Lucilla Tubaro, Noemi Vola.

Saluti e baci da… sarà visitabile tutti i sabati dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 20, oppure su appuntamento.

Per maggiori informazioni: http://www.spaziomeme.org – Facebook Spazio Meme.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Let’s Dance! – in town


Let’s Dance! • IN TOWN è un intervento urbano realizzato in occasione del Ludicomix Bricks & Kids 2018, in collaborazione con il Comune di Empoli, attraverso il quale il collettivo de Le Vanvere ha customizzato le fioriere del centro storico della città.
Anche in questo caso, in linea con le altre esposizioni cittadine, il tema è Let’s dance!, quindi la danza in ogni sua interpretazione. Nello specifico, per la mostra Let’s Dance! • IN TOWN abbiamo illustrato i balli originari dei continenti Africa, America, Asia, Europa e Oceania, rappresentandoli stavolta sotto forma di pattern, con una palette di colori specifica per ogni continente.

Camilla Garofano ha illustrato: Charleston (America), Danza del drago (Asia), Haka (Oceania), Adowa (Africa), Flamenco (Europa).
Celina Elmi ha illustrato: Bharatanatyam (Asia), Balli Caraibici (America), Danza del ventre (Africa), Danza degli Uomini di Fango (Oceania), Danza Classica (Europa).
Giulia Quagli ha illustrato: Barynya (Asia), Country (America), Ngoma (Africa), Otea (Oceania), Pizzica (Europa).
Io ho illustrato: Buyo (Asia), Swing (America), Makishi (Africa), Danza degli Huli (Oceania), Sirtaki (Europa).

Trovate tutte le foto dell’intervento urbano su vanvere.it

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

Don Lurio


Illustrazione realizzata per la mostra LET’S DANCE! • Etoiles, in occasione di Ludicomix 2018
Progetto ideato e curato dal collettivo Le Vanvere 😀

Qui la mia intervista a vanvera!

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

La forma del pensiero

Illustrazione realizzata per il bellissimo racconto “La forma del pensiero” di Tiziano Scarpa.
all’interno dell’ultimo numero di effe – periodico di altre narratività che trovate su tumblr – facebook – instagram

Grazie Carlotta e Dario per avermi invitato a partecipare a questo progetto!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,

La distesa

“Non ho mai capito perché in primavera solo in questa striscia di terra, che appartiene alla mia famiglia da circa ottanta anni, fiorisca un prato di tulipani rossi selvatici.
La distesa 01La distesa 03La distesa 09La distesa 15

 

Illustrazioni realizzate per il sito web de La Distesa – www.ladistesa.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

Ratatà 2018

ratatà2018fb

Ratatà è il festival di fumetto, illustrazione, editoria indipendente che si svolgerà a Macerata dal 12 al 15 aprile 2018.
Giunto alla quinta edizione, il festival si dislocherà nel centro storico della città con mostre, workshop, incontri, feste dedicati al mondo dell’illustrazione, del disegno, del fumetto e dell’editoria indipendente. Il centro pulsante dell’evento sarà la mostra-mercato alla quale parteciperanno autori, collettivi, case editrici indipendenti provenienti da tutta Europa.

Quest’anno vogliamo porre l’accento sulla moltitudine che anima e rende possibile Ratatà che, nonostante le numerose difficoltà logistiche ed economiche, continua a crescere ogni anno divenendo in soltanto quattro edizioni un festival europeo a tutti gli effetti!

Ci siamo spesso interrogati se fare una campagna di crowdfunding anche per la quinta edizione perché crediamo che una proposta culturale di così alto livello come quella di Ratatà debba essere finanziata pubblicamente e sia accessibile a tutti.
Purtroppo e per fortuna, mantenere una totale indipendenza nella direzione artistica ci rende spesso soggetti a sterili polemiche e facili strumentalizzazioni, ma finché non verrà ufficialmente riconosciuto il valore del nostro festival come agitatore culturale importante sul territorio, saremo costretti ad andare avanti con i pochi mezzi che abbiamo con la consapevolezza che tutto il nostro lavoro si basa sul rapporto di stima e rispetto verso gli artisti che invitiamo e sulla generosità ci chi sostiene il nostro progetto attraverso il crowdfunding e la partecipazione attiva.

Cerchiamo di proporre contenuti sempre diversi e sperimentali, mantenendo l’ingresso gratuito sia alle esposizioni, sempre di livello molto alto, che alla mostra-mercato in modo che il pubblico non sia limitato nell’acquisto delle autoproduzioni che troveranno all’interno; contemporaneamente lavoriamo affinchè la partecipazione alla mostra-mercato sia gratuita anche per gli espositori, nella piena consapevolezza che non sia giusto pagare per poter svolgere il proprio lavoro di editore, illustratore, fumetista.

Per una trasperenza di intenti, ci teniamo a far sapere a tutti i nostri sostenitori che nessun componente dell’associazione riceve un compenso per il suo lavoro all’interno dell’Associazione e che tutti i fondi, le donazioni private e i finanziamenti pubblici che otteniamo vengono interamente destinati al festival ed essi rappresentano soltanto una parte dell’effettivo valore di Ratatà. Se nei locali dove si svolgono le serate troverete un ingresso, sappiate che gli introiti delle serate vanno interamente ai locali nostri partner che contribuiscono alla costruzione del festival con il loro spazio e finanziando la proposta musicale che noi gli suggeriamo.
Nelle casse della nostra Associazione e nelle nostre tasche non entra niente, soltanto la soddisfazione di contribuire ad una cosa bella e necessaria!

L’obiettivo di Ratatà negli anni è rimasto immutato: mantenere una ricerca di alto livello che sia per tutti stimolo, risorsa, condivisione, crescita, mantenendo un’identità forte e il più possibile indipendente dalle logiche commerciali. Crediamo fortemente nella missione politica, sociale e culturale che un festival debba da una parte creare connessioni e confronto fra artisti, creare un “panorama”, una prospettiva, uno spazio di lavoro, dall’altra entrare in dialogo serrato con la comunità che lo ospita, offrire alla stessa spunti e argomenti di riflessione.
Questa determinazione non è sempre ben accolta sul terreno incerto della provincia, ma viene sicuramente percepita dalle realtà locali e nazionali con cui collaboriamo e che contribuiscono a creare una rete di linguaggi e di umanità che è Ratatà. Lo si sente nel clima che si respira durante i giorni del festival, nei sorrisi che vediamo sulle facce di chi arriva a Macerata in quei giorni. Per questo anche quest’anno abbiamo deciso di affidarci alla colletta di Ulule dove le persone ci dimostrano anche con un piccolo contributo che il festival si deve fare e si deve fare così!

Il nostro manifesto quest’anno è dedicato a voi, che con il tempo avete imparato a conoscerci e ad emozionarvi con noi durante Ratatà, che avete contribuito a far diventare un piccolo festival di provincia, un importante appuntamento europeo.
Vi aspettiamo anche quest’anno per una quattro giorni di pura bellezza!

Contrassegnato da tag , , , , , , ,